Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale -Anno IV- Gen./mar. 2008, n.13
FULMINI e SAETTE  


LA POSTA

Questo spazio, messo a disposizione dei nostri lettori, intende tuonare contro l'omologazione del cattivo gusto, l'inciviltà, l'abusivismo e la negligenza delle autorità preposte alla tutela dei Beni Culturali ed ambientali.






La Gioconda: ora lasciatela in pace!



La Gioconda, particolare
 



Fine del dibattito! Un documento ritrovato nella biblioteca dell'Università tedesca di Hildelberg, risalente al '500, mette fine al tedioso e spesso grottesco dibattito sull' identità della Gioconda. Infatti sul testo "le lettere di Cicerone", appartenuto ad Agostino Vespucci, amico di Leonardo, è stato ritrovato uno scritto a margine dove lo studioso annota che il ritratto leonardesco è quello di Lisa Gherardini, moglie di Ser del Giocondo, come si era detto e studiato da sempre. Possiamo dunque augurarci che siano ora finiti gli sterili dibattiti e le ridicole attribuzioni della Gioconda (del tipo: Leonardo vestito da donna!), che non fanno altro che svilire il vero significato di un capolavoro che deve la sua fama al fascino dell' incredibile tecnica leonardesca, oltre che al mistero che lo circonda.

Maurizio G., da Pescara



L'ecomostro egizio: demolitelo!



La piramide di Cheope e..... l'ecomostro.
 



Lo sapete che all'ombra della Piramide di Cheope esiste un'orrenda costruzione che ne ostacola la libera visione e  il corretto godimento (allego foto), anche da molto lontano e perfino di notte, durante lo spettacolo "Suoni e luci", che avviene a notevole distanza dalla stessa ??! L' orribile ecomostro è stato costruito (da un discutibile architetto egizio) per contenere la "barca solare", ritrovata scavando sotto terra, davanti alla piramide; ma, a parte la bruttezza dell'edificio, quello non è certamente il "luogo" adatto per un contenitore esteticamente ingombrante e vicinissimo alla Piramide. Possibile che l'Unesco, che tutela il patrimonio culturale mondiale, abbia permesso e permetta un tale scempio senza batter ciglio? Nessuno protesta, storici dell'arte, restauratori, archeologi, architetti; perchè???

Simona da Genova, una turista allibita e arrabbiata




Futurballe , ovvero della tragedia sul nulla


Il giorno 16 gennaio 2008, Graziano Cecchini ha replicato il suo show: 500.000 palline colorate sono state liberate dall'alto della Scalinata di Trinità dei Monti, a Roma, e sono giunte in piazza di Spagna, ricoprendo pavimento stradale e fontana berniniana. E' stato perciò denunciato per i danni creati all'AMA, tra le proteste dei media. Ma in effetti, che male ha fatto? Alle opere d'arte nessun danneggiamento, meno ancora alla gente ed ai turisti, divertiti per l'inaspettato spettacolo, un gioco pseudoartistico, che esprime polemica ridanciana ed un'operazione di stampo futurista. Insomma un episodio che non merita l'indignazione dei soliti "benpensanti", che dovrebbero scandalizzarsi per fatti ben più gravi ed importanti! Un innocuo evento in mezzo a tanta spazzatura, vera e metaforica.

Gelsomina C. da Montalcino (Siena)







Roma, Trinità dei Monti: nessun danno!



Un acquedotto romano?

Forse, ma nessuna menzione, didascalia o altro che segnali al pubblico meno competente (di cui faccio parte).........cosa sia questo rudere affascinante e poco noto, in cui mi sono per caso imbattuto.Sarebbe troppo pretendere che il Comune appronti un cartello, un semplice cartello con qualche riferimento storico? Eppure il quartiere è molto popolato, ma evidentemente la cultura nelle periferie delle città è lasciata in abbandono come tutto il resto.

Marsilio V. di Roma





 
 



Se volete porre quesiti, esprimere opinioni o denunciare fatti ed abusi relativi al mondo dell'arte o all'ambiente, scrivete alla nostra Redazione e saremo lieti di pubblicare i "vostri" servizi in tempo reale.


E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright