Autorizzazione Tribunale di Roma n. 378 del 30/09/2005
 
Rivista bimestrale - Anno VI - n.23 - Gennaio-marzo 2010
FULMINI e SAETTE  



LA POSTA

Questo spazio, messo a disposizione dei nostri lettori, intende tuonare contro l'omologazione del cattivo gusto, l'inciviltà, l'abusivismo e la negligenza delle autorità preposte alla tutela dei Beni Culturali e ambientali.
Proponiamo le vostre lettere in tempo reale.



Il festival della spazzatura? in Italia naturalmente!

Sono arrivate in redazione tre foto significative con tre lettere riguardanti lo stesso problema: la presenza di spazzatura ovunque, nei luoghi pubblici come sulle opere d'arte! Perciò, senza bisogno di commenti, riproponiamo le foto, invitando i lettori ad inviarne delle altre con cui costituire un "dossier" dell'inciviltà e della maleducazione.
Potrebbe, dato i tempi, diventare un best seller!


Una ....scalinata che porta al Lungotevere romano ...



Nel porto di Fiumicino.....(Roma)

 

 

 


Radicofani (Siena), fontana medicea del XVI sec.



All'interno della fontana medicea .....

 

Chiunque farebbe carte false pur di avere un  dipinto di Leonardo!

Ho letto che a Boston si dice che il Museum of Fine Arts avrà presto un Leonardo! Ma si tratta di verità o l'ennesimo espediente pubblicitario? Certamente sarebbe un'acquisizione prestigiosa per il museo di Boston avere un dipinto di Leonardo, se pensiamo che gli Stati Uniti ne posseggono solo uno: il ritratto di Ginevra Benci, conservato a Washington! Staremo a vedere...

Erminio V. da Milano



Orgoglio italiano

Ho letto che per la grande mostra romana su Caravaggio, alle Scuderie del Quirinale, non sono state inviate due opere superbe dell'artista, ovvero "La morte della Madonna" dal Louvre e "La decollazione del Battista" da Malta. Mi sembra davvero una cosa inaudita che per un evento così importante il Louvre non metta a disposizione un' opera italiana per un prestito a tempo determinato; e che dire di Malta, che avrebbe con questo prestito avuto rinomanza internazionale e che spesso e volentieri si rivolge ai nostri restauratori per ripristinare opere d'arte! La politica dei prestiti funziona dunque poco e male, anche se da tutto il mondo altri prestigiosi musei hanno concesso le opere del Maestro lombardo in occasione di questo evento straordinario. Se poi penso che l'Italia ha perfino prestato un Leonardo al Giappone e, in tempi lontani, anche La pietà michelangiolesca (con tutti i pericoli del viaggio in aereo, del degrado dell'opera, etc.etc.), mi sento una grande rabbia per questa indisponibilità di alcuni Stati a concedere i "nostri" capolavori! Credo che bisognerebbe essere più restrittivi riguardo ai prestiti di nostre opere con chi non sa apprezzare l'enorme "privilegio" di vedere da vicino le vette insuperate dell'arte italiana, a nostro rischio e pericolo!

Giacomo R. da Firenze



E' vietata la riproduzione anche parziale dell'articolo e delle immagini © Copyright